Politica

Bagno di folla per Matteo Salvini a Gambarie in Aspromonte e a Taurianova

Il leader del Carroccio ha incontrato il presidente del Parco e i sindaci per affrontare i problemi legati agli incendi che hanno devastato il territorio.

Un vero e proprio bagno di folla ieri tra Gambarie e la chiusura di Taurianova per Matteo Salvini. Il leader della Lega, stravolgendo il programma della sua ultima giornata calabrese, ha voluto recarsi in Aspromonte per vedere da vicino i danni causati dalla catastrofe degli incendi, garantendo che spingerà affinché il Governo possa dare nella immediatezza risposte concrete.

“C’è una devastazione di un grande patrimonio boschivo – ha detto – Salvini – Ho già scritto al presidente Draghi per dirgli che occorre intervenire prontamente e concretamente per aiutare la Calabria ad uscire da questo incubo indendiario. Molti roghi sono dovuti alla mano dell’uomo e mi auguro che presto le forze dell’ordine individuino i reponsabili che devon pagare per i danni prodotti all’ambiente e ai cittadini”.

A Gambarie, Salvini ha incontrato il presidente del parco, Leo Autellitano, unitamente a tutta la giunta, che hanno illustrato le necessità per superare il difficile momento e le modifiche da apportare alla normativa per renderla più adeguata alle nuove esigenze e per consentire un vero miglioramento della gestione. Tanti anche i sindaci presenti che hanno evidenziato le pesanti difficoltà della popolazione e dei piccoli imprenditori agricoli che hanno subito la distruzione delle proprie aziende ed ora non hanno nemmeno la possibilità di acquistare il fieno necessario per sfamare gli animali salvati. Anche su questo vi è stata la massima attenzione di Matteo Salvini che ha chiesto una relazione sulle cose da fare immediatamente e quelle che, invece, dovranno eseguirsi nel tempo.

In serata, il leader del carroccio ha raggiunto Taurianova, la città del sindaco Roy Biasi e del presidente Nino Spirlì, ultima tappa del suo tour calabrese. Alla presenza del commissario Saccomanno e della consigliera Tilde Minasi, anche qui un autentico bagno di folla ha acollto Salvini che ha ricordato anche l’importanza di firmare per i referendum sulla Giustizia perchè anche “i giudici che sbagliano devono pagare per i loro errori”.