Eventi

Estate calabrese meno piccante: salta la Sangra della nduja di Spilinga

Sarà un estate alquanto insolita per Spilinga, ma anche per chi in questo perioso ha scelo la Costa degli Dei per trascorrere un agosto spensierato e lontano dalla clausura del coronavirus.

Salta l’edizione 2020 di uno degli eventi più attesi dell’estate vibonese, la Sagra della Nduja, giunta all’edizione numero quarantacinque.

Hanno gettato la spugna gli organizzatori dell’evento che dà sapore e gusto alla Calabria intera. Non potevano fare diversamente, anche se da mesi erano all’opera per la migliore riuscita della manifestazione. A Spilinga l’8 agosto non è mai stata una festa, ma il giorno della festa, quello che si aspetta per 365 giorni l’anno. Un evento nato nel lontano 1975. «Non una fiera di paese», disse al tempo lo studioso Aldo Servidio dal palco, ma un evento di promozione e marketing in grande stile.

«Per noi è come una apocalisse da quando siamo nati l’abbiamo sempre vissuta», ha dihiarato al Quotidiano del Sud il presidente del Consorzio, Francesco Fiamingo, lanciando un’idea-salvagente: «Potremmo aprire le aziende nel mese di agosto con degustazioni gratuite».

Una buona iniziativa. Speriamo che serva a far gustare il prodotto a tanti, in attesa che il 2021 possa essere nuovamente la festa degli spilingesi e di tutta la provincia di Vibo Valentia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *