Eventi

Presentato ufficialmente il programma di ViBooK VentiVentuno Editori a km0

Si comincia la sera del 15 dicembre e si andrà avanti fino a domenica 19. Tutto si svolgerà a Palazzo Gagliardi

La cultura protagonista. Innanzitutto – com’è giusto che sia – con i libri, attraverso i libri, ma non solo…

ViBooK – Editori a km0 ha presentato ufficialmente il programma della sua terza edizione che prenderà il via mercoledì 15 dicembre per concludersi domenica 19 nella sede ideale, quel Palazzo Gagliardi che i vibonesi hanno eletto a simbolo della cultura e che per la prima volta sarà contemporaneamente occupato in tutti e tre i piani, tra arte nelle sue diverse espressioni ed eventi e presentazione di libri, mentre il piano terra ospiterà la fiera dell’artigianato.
Tanti gli ospiti illustri, che si alterneranno ai tantissimi giovani autori pubblicati dalle varie case editrici che pullulano su tutto il territorio nazionale in quella che viene definita la microeditoria. Spicca il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, che aprirà la kermesse culturale la sera del 15 dicembre alle 19:20 per presentare in anteprima nazionale il suo ultimo libro “Complici e colpevoli, come il Nord ha aperto le porte alla ‘ndrangheta”, incontro moderato dal giornalista e direttore di Zoom24 Tonino Fortuna, presente anche il procuratore di Vibo Valentia, Camillo Falvo.

Ma non solo: madrina di ViBooK quest’anno sarà la principessa Soraya Malek d’Afghanistan, mentre la sera del 17 dicembre, alle 21 sarà di scena lo spettacolo “Il Sistema” di Edoardo Sylos Labini, opera tratta dall’omonimo libro del giornalista Sallusti e del magistrato Palamara; ed ancora, lo scrittore Mimmo Gangemi, il 16 dicembre con il suo “Popolo di mezzo”, il presidente nazionale Anpit, Federico Iadicicco, il direttore di Gazzetta del Sud, Alessandro Notarstefano, il vice direttore di Rai 1, Angelo Mellone; e poi, le atlete paralimpiche Raffaela Battaglia e Anna Barbaro (quest’ultima medaglia d’argento alle ultime paralimpiadi di Tokyo) che saranno invece presenti il 18 dicembre alle 10 per l’incontro “i giovani e lo sport contro ogni barriera”.

Un programma ricchissimo di eventi: per i giovanissimi (e non solo) l’occasione da non perdere è la Fiera del fumetto e il raduno regionale Cosplay con Vibocomics che si terrà domenica 19 dicembre alle 10:30. E tanti altri eventi per ogni interesse e per ogni età. Il raduno della “Città identitarie” promosso da ‘CulturaIdentità’.

Insomma, questa che, come ha sottolineato il sindaco Maria Limardo, è la più grande fiera dell’editoria calabrese: “sarà un mix tra cultura e innovazione che sorprende ogni volta di più. Così come sorprende il carattere inclusivo, una cultura che si offre, non elitaria, a cui possono approcciarsi tutti i cittadini. Interpretando il senso autentico del messaggio che vogliamo mandare come ‘Capitale italiana del Libro’, che è far arrivare i libri in tutti i luoghi”.

“La città di Vibo Valentia – ha concluso il sindaco Limardo – è fiera di avere sul territorio personalità che riescono a fare cultura in maniera così importante”.

“L’attuazione della auspicata cittadinanza attiva”, ha a sua volta evidenziato il vice sindaco Mimmo Primerano, al quale fa eco l’assessore al turismo Michele Falduto che sottolineato quanto importante sia questo appuntamento per promuovere il territorio anche al di fuori dei confini regionale, mentre per l’assessore alla Cultura Daniela Rotino: Ogni anno questa fiera va sempre meglio e voi state realizzando esattamente quello che ci è stato chiesto dal Ministero”.

Non a caso, uno dei momenti principali della Fiera degli Editori a km0 sarà la presentazione ufficiale della rivista del Cepell relativa al numero speciale monografico dedicato a Vibo Valentia Capitale del Libro 2021 alla presenza di Nicola Genga, funzionario responsabile editoria e comunicazione del Cepell (Centro per il libro e la lettura), di Maria Limardo Sindaco di Vibo Valentia; di Enrico Buonanno Ambasciatore della Lettura 2021.

 “Si passa dal fumetto, al romanzo, al libro di storia o di arte – ha evidenziato Pasquale La Gamba del gruppo degli organizzatori – ci sono alternative per tutti i vibonesi”.

“L’obiettivo era riuscire a coinvolgere quante più persone, gruppi e associazioni possibile. E poi, ci saranno delle novità di carattere innovativo – ha aggiunto Maurizio Bonanno – che la Fiera regalerà alla ‘Capitale del Libro’: le torri di ViBook, un modo di vivere la lettura del libro in maniera tecnologica, multimediale”. “Cerchiamo di dare visibilità alle casa editrici e agli autori, per noi è molto importante valorizzare gli aspetti di ogni singola personalità” ha proseguito Patrizia Venturino, mentre Simona Toma ha evidenziato il coinvolgimenti degli alunni di ogni ordine e grado partendo dai più piccoli per arrivare ai maturandi.

Torna poi l’appuntamento con i “Radio reading”, perché “vogliamo promuovere la lettura tra i ragazzi”. “È un esperimento che portiamo avanti da due anni – ha spiegato Tonino Fortuna, anche lui tra gli organizzatori – anche lo scorso anno nel periodo di emergenza sanitaria abbiamo comunque realizzato il Radio reading”. In cosa consiste? “I ragazzi del liceo Classico e Artistico hanno letto i libri, si sono adeguatamente informati sulla figura degli autori e intervisteranno con performance di 10-15 minuti tutti gli scrittori inseriti nella rassegna. Lo faranno coordinati da un gruppo di docenti che lavorano nell’indirizzo Comunicazione del Liceo Classico”.

Quest’anno ViBook – ha ribadito Enrico Buonanno, presidente dell’associazione Electa, che cura l’organizzazione dell’evento – è un contenitore enorme di tutto quanto fa cultura. Quello che abbiamo voluto fare è stato sollecitare l’attenzione di chiunque partendo dai più piccoli. Ci sono infatti una serie di eventi sviluppati grazie a particolari convenzioni con gli istituti scolastici, così da riuscire a creare un coinvolgimento completo. Avremo circa 10 laboratori in collaborazione con le scuole. Ma non solo: ci saranno moltissimi personaggi interessanti, come il presidente dell’Istituto Araldico Italiano, Pierfelice degli Uberti ed anche l’allievo del grande Hugo Pratt, Marco Steiner. Tra i nostri fiori all’occhiello anche la collaborazione con l’Istituto Treccani che presenterà un nuovo progetto dedicato ai ragazzi”.

“La nostra idea di inclusività – prosegue Enrico Buonanno – si realizza inoltre attraverso un rapporto diretto con le associazioni che si interessano delle persone diversamente abili. E ViBooK, per il terzo anno consecutivo, consolida il rapporto stretto con la sezione vibonese dell’UICI, l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti che anche questa volta avrà uno spazio interamente dedicato alla loro attività, molte delle quali già realizziamo insieme. Ma non solo, perché nei radio reading sono presenti libri che affronteranno il terme della disabilità”.

Una grande sorpresa sarà la “straordinaria cerimonia d’inaugurazione” realizzata con i B.A.C.A. (Bikers Against Child Abuse), motociclisti che si curano di tutelare i bambini che vengono abusati“. Una partenza eccezionale che non si può non vivere in prima persona e che vedrà coinvolti anche i piccoli studenti vibonesi della scuola “De Amicis”.

Tanta roba, tanta roba quest’anno a ViBooK VentiVentuno!

Questo il programma completo: