Costume e società

Gente di mare 2022 conclusa la manifestazione, ecco i premiati

Quella dell’altra sera è stata una serata all’insegna dei grandi appuntamenti d’estate che dall’Angitolano si proietta in tutto il panorama culturale della costa vibonese e fuori dai suoi confini. Una serata ormai caratterizzata dalla tradizione culturale che vede Contrada Olivara di Francavilla Angitola la giusta location che guarda al mare napitino dei nestoi omerici e dei miti che qui vi presero dimora. Uno spazio che trova peculiarità nei suoi prodotti gastronomici, dei gustosi vini (lo zibibbo in particolare), le fragole, le gustosissime arance, l’ottimo gelato, che nell’insieme diventato un mondo da scoprire e da rilanciare a pieno respiro. Ed è questo l’obiettivo del premio Gente di Mare che l’altra sera, dopo l’accoglienza delle reliquie del Santo paolano nei pressi di Colamaio uno, scortate via mare dalle navi della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza e da numerose imbarcazioni, è stato assegnato a figure di primo piano del territorio con un’opera realizzata dal maestro orafo Michele Affidato. Fondamentali per la riuscita della manifestazione, la Protezione civile Macherato guidati dal presidente Pino Didiano e i Subacquei della protezione civile di Paola.

Dopo la celebrazione della Santa Messa officiata dal parroco di Francavilla Angitola Don Giovanni Tozzo e dal padre spirituale del Comitato Scientifico Monsignor Giuseppe Fiorillo con le splendide voci del Coro “La voce del Silenzio”, che hanno calamitato i presenti, alla presenza di numerosi religiosi, degli uomini della Capitaneria di Porto di Vibo Marina, dei sindaci del Territorio di Pizzo, Maierato Mileto Capistrano, Ionadi, Francavilla, Mileto, Franco Torchia ha relazionato sull’idea del viaggio. Poi, spazio alle premiazioni con le seguenti motivazioni magistralmente presentate dall’antropologo e presidente del Comitato Scientifico Pino Cinquegrana e tra questi c’è anche il Direttore Editoriale della nostra testata Nicola Pirone:

L’onorevole Antonio Viscomi: Professore Ordinario di Diritto del Lavoro presso Università degli Studi “Magna Grecia “si è occupato particolarmente di lavoro e organizzazione nelle pubbliche amministrazioni, mercato del lavoro, lavoro immigrato, discriminazione e società multiculturale oltre che degli studi fondamentali del rapporto di lavoro. 154 pubblicazioni, componente in diverse commissioni parlamentari. Il suo impegno politico per la Calabria, la sua costante presenza sul territorio, il suo relazionarsi con la società dà lustro e orgoglio alla nostra gente che con gratitudine gli assegna il premio “Gente di Mare” 2022.

Il Dottor Antonio Montuoro, Direttore ODMIR – osservatorio Dieta Mediterranea, Presidente Accademia Internazionale Dieta Mediterranea di Nicotera i cui studi hanno fortemente contribuito a sancire la dieta mediterranea di riferimento di Nicotera patrimonio Unesco. Cavaliere dell’Ordine Equestre del santo Sepolcro di Gerusalemme, Analista di Intelligence e di teo-intelligence, esperto di economia. Autore di numerosi saggi e lavori che danno lustro ai processi evolutivi della Calabria anche per i suoi legami diretti nel mondo dei minimi.

Al Maestro Ilenia Didiano. Eccellenza della musica Nazionale dal 2011 fa parte dell’orchestra dei Conservatori Italiani, nel 2013 viene scelta per lo show televisivo “Live in Arena” con Gianni Morandi. Massimo Ranieri l’ha voluta con lui nel programma Rai “Sogno o son desto”. Il suo violino ha suonato al Concert Hall di Cracovia, al Teatro Polski di Varsavia, nei teatri di Lione, Tolosa e Dubai. Dal 2015 ricopre il ruolo di prima viola del Conservatorio di Potenza. È stata diretta più volte dal mastro Ennio Morricone. Orgoglio della nostra terra di cui porta alto il suo nome nel mondo le viene attribuito il premio “Gente di Mare”.

Al giornalista Nicola Pirone,  Direttore di KalabriaTV.it. Fondatore e presidente del Chapter di Vibo Valentia della Filitalia International. Membro del Comitato Accademico dell’Associazione Internazionale Pedagogisti ed Educatori.  Dal 2009 si occupa di emigrazione in Canada con particolare riferimento della comunità di San Nicola. Dal 2012 studia il fenomeno migratorio calabrese a Cuba creando un ponte accademico culturale. Attraverso la sua azione comunicativa con la carta stampata (giornalista del Quotidiano della Calabria) e sul web ha saputo creare un ponte ideale tra qui e l’altrove facendo diventare tale opportunità convegnistica e scambio internazionale di idee.

Premio alla memoria è stato assegnato al Cavalier Pino Didiano- Premio alla Memoria. Per il suo impegno costante e puntuale a dare successo e opportunità a molti giovani calabresi nel mondo della cultura. Per il suo spendersi per gli altri tra l’essere calabrese e poi cittadino del Canada. Ha sponsorizzato attraverso i suoi rapporti con membri del Parlamento canadese la prima e la seconda English Competititon tenutasi a Vibo Valentia e la Prima Bisai di Lingua cinese. Presidente del Premio Telesio nel Mondo ha saputo proiettare le eccellenze economiche-sociali e culturali a livello internazionale. La sua filantropia ha segnato la sua vita ampiamente riconosciuta in Italia e in Canada. A lui il premio “Gente di Mare”. Il quadro con immagine di san Francesco è stato consegnato al fratello Enzo Didiano del compianto cavaliere.

Chiusura con l’esibizione del tenore Amerigo Marino.