Politica

Vibo Valentia, dal Comune lavori per dieci milioni per dare un nuovo volto alle scuole

Serviranno per riqualificare gli edificie, per l’adeguamento strutturale, antisismico e alle normative in materia di sicurezza. Si inizia da Garibaldi e Don Bosco.

Svolta importante per le scuole della città di Vibo Valentia. Gli edifici scolastici saranno interessati da importanti di lavori di riqualificazione che daranno un nuovo volto alle scuole cittadine. Il programma degli interventi è stato illustrato dal sindaco Maria Limardo e dell’assessore Giovanni Russo, che hanno incontrato i dirigenti scolastici Cacciatore , Rombolà e Furlano.

Interventi plesso Don Bosco e Garibaldi

Per quanto riguarda l’adeguamento strutturale, antisismico e l’adeguamento alle normative in materia di sicurezza, igiene e agibilità e relativi impianti” della scuola media Garibaldi” in piazza Martiri d’Ungheria, l’importo complessivo è di Euro 1.998.000,00, finanziato con i fondi del“Patto per lo sviluppo della Regione Calabria, così suddiviso:

Euro 792.000,00 Lavori strutturali inerenti l’intervento di “Adeguamento strutturale, antisismico ed adeguamento alle normative in materia di sicurezza, igiene e agibilità e relativi impianti )lavori appaltati);

Euro 800.000,00, comprendenti i complementari interventi necessari per il conseguimento dell’agibilità del complesso scolastico, per i quali deve essere redatta la progettazione sia definitiva che esecutiva, con l’inserimento nel Documento strategico “Agenda urbana”, di cui si attende la sottoscrizione della convenzione con la Regione Calabria;

Euro  406.000,00  comprendente i lavori di efficientamento energetico, per i quali deve essere redatta la progettazione definitiva/esecutiva ed inseriti nel Documento strategico “Agenda urbana”, di cui si attende la sottoscrizione della convenzione con la Regione Calabria.

L’adeguamento strutturale, antisismico ed adeguamento alle normative in materia di sicurezza, igiene ed agibilità, e relativi impianti della scuola elementare Don Bosco, facente parte dell’istituto comprensivo i° circolo, con sede sempre in piazza Martiri d’Ungheria, prevede un importo complessivo è di Euro 2.281.813,00, così suddiviso:

Euro 800.000,00 Lavori strutturali inerenti l’intervento di “Adeguamento strutturale, antisismico ed adeguamento alle normative in materia di sicurezza, igiene ed agibilità, e relativi impianti finanziato con fondi del del Ministero dell’istruzione, dell’università e della Ricerca (lavori appaltati)

Euro 800.000,00 comprendente i complementari interventi necessari per il conseguimento dell’agibilità del complesso scolastico, per il quale deve essere redatta la progettazione definitiva/esecutiva ed inserito nel Documento strategico “Agenda urbana”, di cui si attende la sottoscrizione della convenzione con la Regione Calabria.

Euro  681.813,00  comprendente i lavori di efficientamento energetico, per i quali deve essere redatta la progettazione definitiva/esecutiva ed inseriti nel Documento strategico “Agenda urbana”, di cui si attende la sottoscrizione della convenzione con la Regione Calabria.

Interventi per la scuola Trentacapilli – Murmura

Infine, i lavori di adeguamento sismico e funzionale degli impianti della scuola d’infanzia, primaria e secondaria di primo grado Trentacapilli – Murmura ” e di “efficientamento energetico della stessa scuola Trentacapilli-Murmura , l’importo complessivo è di Euro 5.068.000,00, così suddiviso:

Euro 3.068.000,00 per i lavori di adeguamento sismico e funzionale degli impianti, finanziati con fondi di cui Decreto Ministeriale MIUR (in corso la pubblicazione del bando per l’affidamento dei lavori, con proposta di aggiudicazione da conseguire entro il 30.06.2021);

Euro 2.000.000,00 comprendenti i complementari interventi di efficientamento energetico, per i quali deve essere aggiornata la progettazione esecutiva, inseriti nel Documento strategico “Agenda urbana”, di cui si attende la sottoscrizione della convenzione con la Regione Calabria.

I disagi che causeranno i lavori

Il Sindaco Limardo nel corso dell’incontro ha rappresentato ai dirigenti scolastici l’imminente apertura dei cantieri, pur non nascondendo i disagi che inizialmente si determineranno per le famiglie.

“Non possiamo perdere una storica occasione per dare ai nostri ragazzi le scuole che meritano – ha dichiarato il sindaco – innanzitutto sicure ma anche confortevoli e belle al pari di quelle già ultimate ed al cui modello questa amministrazione si ispira. A breve inizieranno i lavori di adeguamento strutturale e antisismico nonché di efficientamento energetico. Dopo un proficuo confronto gli intervenuti si sono aggiornati ad un successivo incontro per meglio valutare le concrete soluzioni prospettate dall’Amministrazione per la migliore collocazione possibile degli alunni e specialmente per consentire loro quella prosecuzione in presenza dell’attività didattica che è tanto mancata e di cui hanno assoluto bisogno”.

“Avverto altresì l’esigenza ha concluso Maria Limardo di un confronto anche con le associazioni dei genitori e dei comitati spontanei sorti in questo periodo di pandemia e che tanto si sono spesi nell’interesse della comunità. Con loro mi incontrerò nei prossimi giorni.  Sono poi felice di annunciare che nel prossimo mese di luglio si provvederà a consegnare gli edifici ultimati Collodi e Palach”.