CalcioOpinioni

Sonora sconfitta (1-4) in casa per la Vibonese che adesso è ultima in classifica

Commento a caldo al termine di una partita da dimenticare, anzi.. di una non-partita

Come commentare una non-partita?

Perché, al di là del risultato, che mette imbarazzo, la Vibonese non ha giocato questa partita!

Certo, le attenuanti ci sono. Ritrovarsi sotto di tre gol dopo appena 20 minuti taglia le gambe a chiunque. Quando poi i primi due gol sono frutto di causalità sfortunate, ancora di più… Perché rimane molto da discutere sul rigore concesso con troppa generosità dall’arbitro per un presunto follo di mano di Vergara; ancora peggio è andata con lo sfortunatissimo rimpallo sui piedi del capitano che ha regalato il raddoppio, nel più classico, ingiusto autogol. Ma non ha giustificazioni vedere la Turris segnare il quarto gol al 92’ e chiudere la partita ancora in attacco, con la Vibonese ad arrancare in affanno.

Dov’è la grinta? La carica agonistica? L’orgoglio di chi comunque sta subendo questa umiliazione sul proprio terreno di gioco? Dov’è la rabbia, il fiele di un manipolo di professionisti che si sono lasciati prendere a pallonate in faccia senza reagire? Appunto, dov’è la reazione di una squadra che si senta squadra?

Interrogativi che chiedono risposte. Mentre altri interrogativi sono da porre all’allenatore.

Innanzitutto, cosa dice ai suoi giocatori? Come li carica, visto che non si nota alcun riscontro in campo?

E poi, alcuni interrogativi – diciamo così – tecnici: perché l’unico giocatore che dall’inizio del campionato è finito in una top 11, grazie alla bella prestazione di domenica scorsa, oggi è rimasto in panchina per oltre 70 minuti? Perché Fomov non è stato tra i titolari? Perché concedere solo gli ultimi dieci minuti a Cattaneo, che sembra essere tra i pochi che mostrano voglia di fare? Perché rimane in panchina Grillo, giunto in estate con la fama di un grande acquisto?

Perché la squadra appare così molle, lenta, priva di personalità? Senza un leader in campo, né in panchina?

Rimane la piacevole scoperta di un buon Mauceri, che ha confermato le buone impressioni con un suo gol, giusto per salvare l’onore, come si suol dire. Rimane la conferma di un Sorrentino che sa lottare, proporsi, muoversi sul campo, ma… un attaccante può concludere se gli arrivano palle giocabili… ed oggi non gliene sono arrivate! Rimane l’inconsistenza generale di un centrocampo che così indebolisce una difesa che si conferma debole… e prende gol!

E le idee latitano… e la grinta non c’è…

Così si è ultimi in classifica! Così la Vibonese è ultima in classifica.