Eventi

Pogorelich a Vibo Valentia. La città ha vissuto una magica serata che passerà alla storia

Pubblico in estasi, tributa al grande Maestro una standing ovation di dieci minuti.

Vibo Valentia oggi ha scritto una bella pagina di storia. Un pubblico attento, composto ha seguito con trasporto un concerto straordinario di un pianista leggendaria. Ivo Pogorelich ha mandato in estasi , con la sua personale ed intensa interpretazione di Chopin, la platea dello Spirito Santo che gli ha tributato dieci minuti di standing ovation.

Al termine di un programma intenso, per il bis il Maestro ha scelto la ben nota Berceuse donando al pubblico forti emozioni con un’interpretazione delicata, tenue quanto espressiva. E la standing ovation che è seguita è stata un tripudio.

Tutto è andato per il meglio. Un pubblico disciplinato si è presentato, come richiesto, a partire dalle 17.15, defluendo all’interno ordinatamente secondo i dettami legati alle indicazioni del covid. Tutti seduti alla giusta distanza e tutti ad indossare la mascherina. In tanti venuti dal resto della Calabria, soprattutto tanti giovani, studenti dei diversi Conservatori della regione e gli allievi del Torrefranca presenti numerosi. Tutto è andato nel migliore dei modi, per la soddisfazione del Presidente di AMA Calabria, Francescantonio Pollice, e l’orgoglio del Direttore del Conservatorio, Vittorino Naso: “La mia città ha dato prova di essere un pubblico maturo e colto per questo genere di appuntamenti”. Mentre il sindaco Maria Limardo, al termine ha dichiarato: “Iniziare così l’anno di Capitale Italiana del Libro è la cosa migliore che potessimo fare”. Letteralmente rapita dall’esecuzione del Maestro la sottosegretaria Dalila Nesci così come il prefetto Roberta Lulli.

Prima dell’ultima prova, ad un’ora del concerto, il Maestro si è concesso alla stampa per una breve intervista. Risponde alle domande che riguardano la storia storia artistica, offre consigli ai giovani studenti invitandoli a studiare con impegno e passione; dopo aver precisato che per lui tenere in concerto in un grande e noto teatro oppure in un auditorium di una piccola provincia del meridione rappresenta sempre un impegno a dare il massimo, dedica un pensiero a Vibo Valentia per ringraziare per la gentilezza che ha colto nella sua gente e per le bellezze che, sia pure fugacemente, ha potuto notare.

Quindi, il concerto: l’estasi, l’incantesimo di un’emozione come solo la musica sa dare, la magia di una serata indimenticabile al suono – sublime – di un pianoforte nelle mani di una leggenda vivente: Ivo Pogorelich.

E Vibo Valentia ha vissuto così la sua storica giornata: 11 giugno 2021.