Eventi

Già sold out per il recital del pianista Ivo Pogorelich all’Auditorium Spirito Santo di Vibo Valentia

A poco più di ventiquattr’ore dall’appuntamento, come era facile prevedere, si è già raggiunto il sold out per l’attesissimo recital del pianista Ivo Pogorelich in programma, nell’ambito della stagione concertistica congiuntamente organizzata da AMA Calabria e Conservatorio di Musica Torrefranca, venerdì 11 giugno presso l’Auditorium Spirito Santo di Vibo Valentia con inizio alle ore 18.00

Ivo Pogorelich, nato a Belgrado nel 1958, è certamente un pianista leggendario, assurto rapidamente a fama mondiale dopo la partecipazione al Concorso Pianistico Internazionale Fryderyk Chopin a Varsavia, per le note vicende legate all’abbandono della giuria da parte di Marta Argerich, la quale affermò, dopo che il maestro serbo era stato eliminato, che Ivo Pogorelich era un genio. Questo evento, unico nella storia dei concorsi pianistici, ha avuto un’eco fulminea nella comunità musicale mondiale che ha riconosciuto Ivo Pogorelich come il vero vincitore di quel Concorso. Sull’onda dell’enorme interesse causato dall’esclusione al Concorso Chopin, Pogorelich viene quindi invitato ad esibirsi con le più importanti orchestre, iniziando una carriera che prosegue ancora oggi con concerti nelle più prestigiose sale del mondo. All’attività concertistica, Pogorelich affianca le registrazioni discografiche incidendo 14 album per la Deutsche Grammophon. Dopo diversi anni di assenza dalle sale di registrazione, Pogorelich è tornato a incidere per Sony Classical e ad agosto 2019 è uscito il cd con opere di Beethoven e Rachmaninov.

Ma la sua fama è legata soprattutto alle sue interpretazioni di Chopin. Ed è proprio alla figura di Chopin, compositore a cui resta intimamente legato, che Ivo Pogorelich dedica il suo recital che prevede l’interpretazione della Sonata n. 3 in Si minore, op 58, ldela Fantasia in Fa minore, op. 49, la Polonaise-fantaisie in La bemolle maggiore, op. 61 e la Barcarolle in Fa diesis maggiore, op. 60.

L’invito degli organizzatori, considerato il tutto esaurito già raggiunto anche per via del posti necessariamente contingentati a causa delle restrizioni da covid, è di presentarsi all’Auditorium con sufficiente anticipo (anche a partire dalle 17.15) in modo da consentire un afflusso di pubblico ordinato e classificato secondo le norme in vigore; anche perché le porte saranno tassativamente chiuse alle 17.55 per consentire l’inizio puntale alle 18.00 del recital (è bene ricordare che non sarà consentito l’utilizzo dei telefonini o altro mezzo che riprenda l’evento, così com’è nella volontà del pianista).