Cultura

Con “Dante Esoterico” si è concluso il Maggio dei Libri a Vibo Valentia

Con la collaborazione del Comitato Dante Alighieri di Vibo Valentia, presentato il volume di Maurizio Bonanno, “Sotto ‘l velame de ‘li versi strani”

La Dante Alighieri di Vibo Valentia protagonista della manifestazione conclusiva del “Maggio dei Libri” a Vibo Valentia. Ha così confermato quelle che, su indicazione della sede centrale, sono state le iniziative legate alla Giornata nazionale dedicata a Dante, che, come da tradizione, rappresenta il momento culminante dell’attività culturale dell’associazione in tutta Italia.

E così, la Dante di Vibo Valentia ha celebrato il Sommo Poeta con un incontro che ha rappresentato il finale delle manifestazioni che la Capitale Italiana del Libro 2021, Vibo Valentia appunto, ha organizzato.

Lo scenario suggestivo dell’atrio di Palazzo Gagliardi ha fatto da palcoscenico ideale per la serata dedicata a “Dante Esoterico”, prendendo spunto dallo studio pubblicato dal vice presidente del Comitato Dante Alighieri di Vibo Valentia, Maurizio Bonanno, che nel suo libro “Sotto ‘l velame de ‘li versi strani”, illustra ed analizza “Ipotesi e studi sull’esoterismo di Dante”.

Dopo i saluti dell’assessore comunale alla Cultura, Daniela Rotino, la serata, condotta da Mariangela Preta, ha vissuto il suo culmine nella relazione del prof. Lorenzo Meligrana, apprezzato intellettuale componente il Direttivo della Dante di Vibo Valentia, animatore del blog letterario “La penna di Lorenz”, che ha sviluppato le tematiche presenti nel volume di Maurizio Bonanno che si avvale della prefazione del noto dantista Aldo Onorati, insignito del titolo di “testimone nel mondo della Divina Commedia”.

L’ampia analisi di Lorenzo Meligrana, particolarmente apprezzata dal numeroso pubblico che ha gremito Palazzo Gagliardi, ha fatto da apripista all’intervento dell’autore, Maurizio Bonanno, che ha spiegato il motivo che lo ha indotto a pubblicare questo studio, da considerare per certi versi “provocatorio”: “È sempre mancato un racconto popolare sul nostro massimo poeta, l’italiano più illustre, profeta e fondatore d’Italia – ha affermato Maurizio Bonanno – Ed è la conferma del paradosso di Dante: la sua solitudine e la sua inattualità. Ossia la sua classicità irriducibile al moderno. Quali i motivi di questo paradosso? Il sospetto è che abbia nuociuto il Dante scolastico: quel Dante “coatto”, imposto didascalicamente da insegnanti freddi, che a loro volta davano la sensazione di subirlo, con un modo di presentarlo, a volte controvoglia, che ha allontanato anziché avvicinare i giovani innanzitutto ed i lettori soprattutto, imprigionandolo in cliché, in definizioni imparaticce a fini scolastici, banalizzazioni e attualizzazioni così palesemente forzate da renderlo scollegato con la realtà: inattuale”.

Il 2021 è l’anno in cui si celebrano i 700 anni dalla sua morte – ha aggiunto l’autore, che ha colto l’occasione di ringraziare pubblicamente il segretario generale della Dante Alighieri, Alessandro Masi, con il quale è stato in contatto durante la stesura di questo libro – sarà il caso, allora, di cogliere questa occasione per proporre una rilettura diversa dai cliché, forse controcorrente, ma, a mio modesto parere, accattivante. Partendo da una considerazione che farà accapponare la pelle ai puristi del “dantismo”, agli studiosi ortodossi, ai cultori del mito dantesco: una lettura, appunto, in chiave esoterica”.

Non c’è dubbio che, quanto detto durante la serata, abbia incuriosito e coinvolto il pubblico presente, ancor di più la lettura del libro edito dalla casa editrice “Il Cristallo”.

Le conclusioni sono state tratte dal sindaco, Maria Limardo, soddisfatta del successo di questi appuntamenti del “Maggio dei Libri”, preludio – ha assicurato – alle numerose iniziative che caratterizzeranno l’intero anno che vedrà Vibo Valentia protagonista a livello nazionale nella prestigiosa veste di Capitale Italiana del Libro. A conferma di ciò, la presenza al fianco del sindaco di quasi tutta la Giunta e molti consiglieri comunali con il presidente del Consiglio, Rino Putrino.

L’intera serata è stata trasmessa in streaming dalla pagine social dell’assessorato comunale alla Cultura, grazie al supporto tecnico che per l’intero periodo è stata garantita dallo staff di ViBook, per la regia, in questo caso, di Patrizia Venturino.

A suggellare la cerimonia conclusiva del Maggio dei Libri a Vibo Valentia, il concerto della violinista Vittoria Pileggi, allieva del Conservatorio di Musica Torrefranca, che ha fatto da degna conclusione ad una splendida serata.