Cultura

A Rosarno la cerimonia di consegna dei Premi Valarioti – Impastato (video)

Tra i premiati il Procuratore Camillo Falvo, l’archeologa Mariangela Preta. Premio alla memoria a Filippo Ceravolo

Si è svolta, nell’auditorium del liceo Piria di Rosarno, la cerimonia di consegna del Premio Valarioti-Impastato che ha insignito varie personalità, associazioni, forze dell’ordine che si sono distinti nel campo della cultura e dell’impegno antimafia. 

Ala presenza del sottosegretario al Sud, Dalila Nesci, i premiati di questa sesta edizione sono stati il procuratore di Vibo Valentia, Camillo Falvo, l’archeologa vibonese Mariangela Preta, Bruna Siviglia, il commissario di PIzzo Antonio Reppucci, il Rettore dell’Istituto Italiano di Criminologia Saverio Fortunato, Francesco Gui, Renato Cortese, Nicodemo Vitetta, i poliziotti di Crotone che salvarono alcuni migranti durante uno sbarco, Nicola Clemenza, Giuseppe Francesco Zumbo, Niki Cordopatri, Margherita Landa e Filippo Misuraca, la scuola Levi Montalcini di Partanna.

Il premio ricorda innanzitutto Giuseppe Valarioti, il segretario del Pci rosarnese ucciso dalla ‘ndrangheta nel 1980.

Presente anche la deputata Piera Aiello, la parlamentare siciliana sotto scorta che figura nel Comitato organizzatore del riconoscimento creato dalla scuola diretta da Mariarosaria Russo, l’edizione di quest’anno del Premio Valarioti-Impastato si è caratterizzata anche per la consegna di due premi alla memoria. I premi sono andati al giudice Pasquale Ippolito. ed a Filippo Ceravolo, il ragazzo ucciso 9 anni fa a Soriano Calabro, per quest’ultimo, a ritirare il premio il padre Martino. Particolarmente toccante, emozionante il momento della consegna del premio a Martino Ceravolo.